Alcune cose nascono per caso e poi diventano esperienze memorabili: l’uscita a Lucca di ieri è una di queste.

La Toscana è stata scelta quest’anno come mèta dell’ATTA, Adventure Travel Trade Association, e ha ospitato nel mese di ottobre a Montecatini,  i delegati internazionali di più di 50 paesi, tour operator, giornalisti e scrittori di settore, influencer, Agenzie del turismo e partner di settore. Non soltanto una conferenza, ma un incontro globale per offrire contenuti educativi approfonditi, keynote speakers di grande importanza mondiale e opportunità infinite di fare network tra cui una sessione B2B per Tour Operator che coinvolge imprese e destinazioni da tutto il mondo. 

Solitamente questi summit vengono accolti da un Paese intero: l’Alaska (2016), il Cile (2015) e l’Irlanda (2014), mentre quest’anno, la Regione Toscana, è riuscita ad accogliere  gli oltre 700 delegati, offrendo loro la possibilità di provare diverse esperienze sportive, accompagnate da itinerari mozzafiato e, ovviamente, cibo e vino del territorio.

Anche le footbike hanno avuto il loro DOA (Day of Adventure), grazie alla proposta formulata in maniera congiunta da S-Cape Travel Italia e T-Rafting: una lunga passeggiata lungo le rive del fiume Serchio, la visita al Podere di Rosa, dove la gentilissima padrona di casa ci ha deliziato con i suoi piatti tradizionali, abbondantemente irrorati di buon vino, il giro delle mura di Lucca, arricchito dalle note artistiche e storiche della nostra guida Linda.

Il gruppo era formato da una decina di persone, provenienti dall’Irlanda, Regno Unito, Australia, Cile, Spagna e Svezia, tutti professionisti del settore: chi delegato dell’Ufficio Nazionale Turistico, chi rappresentante di un gruppo di agenzie, chi invece guida esperta di altre attività.

Per tutti la footbike è stata una piacevole scoperta, un’alternativa nuova al classico giro in bici, un ottimo mezzo con cui abbinare turismo e sport.

I commenti entusiasti dei partecipanti e i loro apprezzamenti sono particolarmente significativi per chi, come noi, sta cercando di far decollare il monopattino sportivo anche in ambito turistico, come già avviene all’estero, dove vacanza fa rima con esperienza e non solo con monumenti e ristoranti.

La caccia a partner creativi è aperta: chi volesse inserire la footbike nei propri palinsesti, nei tour cittadini, nelle offerte rivolte ai turisti sportivi, sa a chi rivolgersi. Noi siamo qui.

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com