…Anche di monopattini.

Doveva succedere, prima o poi, peccato sia successo al Mantova Bike Festival, uno degli appuntamenti a noi più cari.

Due giorni passati nella splendida cornice di Piazza Sordello, all’interno del Villaggio allestito per l’occasione, il nostro gazebo è stato meta di innumerevoli curiosi, molto interessati alla novità.

Alcuni già ci conoscevano dalla precedente edizione, altri si sono volentieri lasciati accompagnare per le vie della città grazie ai nostri mini-tour.

Le due giornate sono state, come al solito, allegre e divertenti, se non fosse stato per l’incidente che ha lasciato a tutti l’amaro in bocca.

scuola media mantova

Due ragazzini, dell’età apparente di 15-16 anni, che si sono aggregati ad un giro accompagnato, hanno preso la palla al balzo in un momento in cui il gruppo era leggermente sgranato, involandosi con due footbike, tra l’altro di considerevole valore.

Gesto odioso, reso ancora più vile dal fatto che hanno approfittato della gioia distratta degli altri partecipanti per colpire.

E qui ritorna l’annoso dilemma: ma è mai possibile che in una società che si dice civile, gli onesti debbano sempre state in allerta perché i disonesti sono costantemente in agguato?

Non è dietrologia, è una constatazione di fatto: siamo in guerra.

E a noi la guerra fa schifo.

Allora cerchiamo di trovare modi e sistemi che debellino questi fenomeni nel modo più radicale.

Innanzitutto, campagna d’informazione: Mantova non è New York, due footbike in giro si notano eccome.

Invitiamo tutti coloro (e sono tanti) che sono passati al nostro gazebo a controllare le foto scattate, senz’altro numerose.

Se trovate nelle vostre foto due soggetti vestiti di nero, uno dei quali con pantaloni corti e cappello, mandatecele all’indirizzo info@myfootbike.it. Ci aiuterete a dare informazioni utili ai Carabinieri di Mantova, ai quali è stata esposta regolare denuncia contro ignoti.

Se avvistate nei prossimi giorni qualcuno a bordo di questi due mezzi :

mibo mastr azz.PNG KOSTKA REBE

Segnalatecelo con una mail a info@myfootbike.it, dicendoci in che via li avete visti e a che ora, magari corredato di foto.

Abbiamo un filo diretto con le forze dell’ordine, con gli organizzatori dell’evento, con Fiab Mantova, nella persona del Presidente Daniele Mattioli e addirittura con l’assessore Rebecchi, che ci stanno dando una mano.

Anche se alcuni buoi sono già scappati, d’ora in poi, metteremo la targa a tutti i nostri mezzi demo, con il sistema EasyTag, l’unico collegato con il Registro Italiano Bici, consultabile dalle forze dell’ordine, che ogni anno permette il recupero di un numero infinito di mezzi.

Ci auguriamo che questo sistema diventi obbligatorio, in modo che le bici (e a questo punto i monopattini), escano dal punto vendita con una targa inamovibile, che li identifica univocamente e li collega al LECITO proprietario.

Che ne pensate?

 

 

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com