cennistorici01Il Pedestrian Hobby-Horse fu la prima macchina a propulsione umana ad avere successo commerciale durante l’ era Regency (UK, 1811-1820: interregno tra l’era Georgiana e l’era Vittoriana), grazie alla sua manovrabilità e al suo disegno essenziale. Venne brevettato originariamente da un Barone tedesco, Karl von Drais e, nel 1817, in Francia, iniziò la produzione del Dandy Horse. Divenne immediatamente popolare tra i membri più in vista della società borghese. Un costruttore di carrozze londinese, Denis Johnson, elaborò l’idea e disegnò un nuovo telaio in legno ricurvo, grazie al quale fu possibile l’utilizzo di ruote in legno più grandi. Il velocipede inglese era più leggero di quello continentale, grazie all’inserimento di parti in metallo. Johnson inventò anche l’hobby horse da donna, con il telaio abbassato, che meglio si adattava agli ampi abiti dell’epoca.


L’hobby horse passò di moda in Francia e in Gran Bretagna, ma continuò ad essere prodotto e commercializzato nell’Europa Centrale, fino al 1830. Nel 1860, all’hobby horse vennero aggiunti i pedali, dando vita alla bicicletta, ma questa è un’altra storia che non ci riguarda. Fonte Historical Hussiess

E questa immagine, non è bellissima?

cennistorici02

Lascia un commento

Your email address will not be published.